Fendi studios al Palazzo delle Civiltà dell’EUR (Roma)

Fendi studios

Percorso interattivo per i visitatori invitati a giocare sui set e decori di film

Fendi Studios

Quest’esposizione Fendi studios ad ingresso gratuito, l’avevamo già segnalata nella nostra selezione di mostre a tema di cinema a Roma a dicembre 2017. Selezione che potete ritrovare qui.

La mostra è stata aperta lo scorso 27 ottobre 2017, in concomittanza con la Festa del cinema di Roma, negli spettacolari ambienti del Fendi Palazzo delle Civiltà, Quadrato della Concordia, 3. All’inizio annunciata fino al 25 marzo, per nostra fortuna, è tuttora visibile fino all’8 luglio 2018.

Così il 31 marzo pomeriggio, quando fuori diluviava, ci siamo immersi nel mondo del cinema visto dalla maison romana Fendi.

La Maison Fendi e i registi: dal neorealismo italiano ai blockbuster americani più recenti

Una maison di cui Federico Fellini era un grande fan: chiamava le sorelle Fendi, le sue “fendine”. Hanno lavorato inoltre con Luchino Visconti, Vincent Minnelli, Ettore Scola, Sergio Leone, Franco Zeffirelli, Marco Bellocchio, Liliana Cavani, Pupi Avati, Francis Ford e Sofia Coppola, Martin Scorsese, Alan Parker, Giuseppe Tornatore, Lina Wertmuller, Woody Allen, Paolo Sorrentino…

Così come gli scambi con i più talentuosi costumisti e scenografi Piero Tosi, Milena Canonero, Gabriella Pescucci, Maurizio Millenotti e Anna Shepard hanno segnato tante produzioni cinematografiche.

Borse, abiti, accessori di moda, capi in pelliccia per raccontare vari personaggi del grande schermo

Dal rapporto stretto con Cinecittà dagli anni 30, le collaborazioni con grandi registi e costumisti, e dai numerosi film premiati al loro attivo, ci accorgiamo del contributo di Fendi alla settima arte. In effetti, i costumi in pelliccia e gli accessori realizzati per il cinema sottolineanno in modo efficace la personalità dei ruoli interpretati. Fra loro, ricordiamo:

  • la pelliccia di Fendi che indossa Madonna per il ruolo di Evita, la leader argentina (1996);

  • il celebre look con il visone di Margot Tenenbaum interpretata da Gwyneth Paltrow nel il film cult di Wes Anderson, I Tenenbaum, uscito quindici anni fa, nel 2001 (Golden Globes 2002 all’attore Gene Hackman), o ancora la divisa di Edward Norton e la cappa di Tilda Swinton nel Grand Budapest Hotel (2014), sempre di Anderson ;
  • la moderna Marie Antoinette di Sofia Coppola (2006);

  • lo stile di Maryl Streep del Diavolo veste Prada (2006);

  • gli occhiali di Cate Blanchett in Blue Jasmine (2013);

  • e ancora più recente, le pellicce per un ruolo controverso di Jude Law nella serie The Young Pope di Paolo Sorrentino (2014).

 

Il palcoscenico degli Fendi Studios

Ma più che soffermarci su questa storia del cinema, il che però, a noi sarebbe piaciuto, la mostra è pensata per prima come un’esperienza di divertimento per i visitatori. Riunisce su vari set cinematografici rielaborati i pezzi iconici disegnati dagli artigiani di Fendi.

Il primo set ricorda Easy Rider nel quale si può quindi entrare inoltre i visitatori sono invitati a fotografarsi, scattare selfie per documentare la mostra sui social, al volante di un mitico Alfa Romeo Spider vintage con intorno le celebri pellicce indossate da Madonna in Evita; da Tilda Swinton ed Edward Norton in Grand Budapest Hotel; da Barbara Carrera in Mai dire mai e da Rebecca Romijn in Femme Fatale… Giocchi di specchi per vedersi proiettati all’interno di un edificio statunitense di pellicole come in A Room with a View, oppure proiettati nelle arcate di un “Palazzo of desires”, un modello in scala del Palazzo delle Civiltà, che è stato set di scene di Titus (film di Julie Taymor del 2001 con Anthony Hopkins, Jessica Lange).

Il percorso dunque si conclude su una parete coperta con il ricordo dei premi ricevuti da tanti di questi film. Sul retro, il visitore scopre finalmente una strepitosa sala cinematografica temporanea tutta rossa. Di sera, per una sessantina di spettatori, vi sono proiettati i film più significativi della storia di Fendi nel cinema.

 

Marie Zago, Andrea Maraldi per CinemaeCinematografi

Info per visitare i “Fendi studios”

https://www.fendi.com/it/fendi-roma/progetti_speciali/fendi-studios

Programma dei film e regstrazione alle proiezioni serali

https://www.eventbrite.com/e/fendi-studios-october-27th-2017-july-8th-2018-tickets-38838565194?ref=elink

I film

Si possono ritrovare un’elenco dei film che hanno visto la collaborazione di Fendi per costumi in pelliccia e accessori sul sito di Anna Fendi

Sul web, alcuni articoli a proposito della mostra

Fendi presenta la mostra FENDI STUDIOS

Fendi apre la Festa del Cinema di Roma. Una mostra immersiva racconta la moda nei film

Fendi e il cinema: la mostra spettacolare a Palazzo della Civiltà Italiana

Fendi Studios: La moda si fa set

A ‘Fendi’ Love Story (articolo in inglese)

Fendi célèbre ses liens étroits avec le cinéma lors de l’exposition Fendi Studios (comunicato in francese)

Precedente Molly's Game e tutti gli altri film in versione originale sottotitolata a Roma Successivo L'isola dei cani e tutti i films in versione originale a Roma