Napoléon numeri da superproduzione

Gance_Napoleon2

Lo studio di Billancourt sentì parole tumultuose ed ebbe giornate ardenti. Il personale tecnico propriamente detto comprendeva : 9 operatori, 20 elettricisti, 3 architetti, 3 disegnatori, 4 decoratori, senza contare la piccola armata di regisseur, macchinisti, pittori, scultori, accessoristi, minutieri, costumieri, parrucchieri, maquilleurs, calzolai, armieri, capi di figurazioni ecc. Furono distribuiti 188 ruoli d’ artista. Certe scene hanno riunito 1500 persone (quelle della Convenzione ed il grande assalto di Tolone). A Tolone stesso dei treni speciali ed il servizio di camions portarono sul luogo della della presa vedute più di 5000 marinai e soldati dell’XI Corpo d’Armata, il Colonnello Reymond, l’Ammiraglio Fatou hanno assistito alle principali scene. La piccola rada fu, per tre ore riservata al Cinema. Il Consiglio Municipale accordò perfino l’autorizzazione d’issare sul palazzo Municipale la bandiera inglese per certe scene. Allo studio erano in permanenza 6 pompieri. Non vi furono incendi, ma i sinistri sono stati 220 dei quali 15 di una certa gravità. L’esplosione di una cassa di magnesio fece 9 feriti tra i quali lo stesso Gance. Il numero dei costumi e uniformi ricostruiti 2500 per i civili, 4500 per i militari. Furono impiegati 1500 fucili, 1200 baionette, 500 sciabole, 200 pistole, 50.000 proiettili, 15 cannoni leggeri, 30 cannoni da campagna con avantreno, trainati da 6 cavalli. 10 grossi pezzi d’assedio, 4 cannoni da costa, 20 mortai, 30 cassoni portatili per munizioni, 10 vetture di munizioni, 10 foraggere, 5 vetture viveri, 3 cucine da campo, 500 cavalli della cavalleria militare.

Dieudonné ne aveva quattro a sua disposizione e fra essi Bijou che ha vinto 11 premi.

Un organista, un violoncellista, un violinista, una tromba, tre tamburi erano addetti allo studio. Al Club des Cordelliers, per la prima volta gli artisti sono stati accompagnati da un’orchestra di 18 persone.

L’equipaggiamento elettrico comprendeva : 2 Sunlights da 300 Amps, 2 Sunlights da 150 Amps, 4 Jupiter da 150 Amps, 225 altre lampade di tutti i generi e di tutte le potenzialità, 7 gruppi elettrogeni capaci di fornire 3500 Amps.

Il materiale ottico : 18 apparecchi presa vedute dei quali : 6 Debrie, 1 Debrie blindé, 1 Came raclair, 2 Bell-Howell, 3 Gillon, 1 Pathé, 2 Sept, 1 rallentatore, ed il famoso apparecchio triplo per la presa vedute del trittico e cioè in totale 20 apparecchi. Ogni scena fu girata anche 20 o 30 volte. Si sono adoperati 450.000 metri di negativo e cioè 23 milioni di fotogrammi. Si sono realizzati 2 negativi della versione per l’Opera di m. 5500 – indotto poi a 4200 – 4 negativi della versione internazionale di 3500 m. Una versione integrale di 15000 metri.

Nel sottoporre ad Abel Gance le cifre sopra riportate egli melanconicamente mi dice : ” Aggiungete che l’animatore ha 10.000 capelli bianchi di più dell’anno scorso “.

Jean Arroy

L’Eco del cinema marzo 1928

 

Precedente Gance e il suo pensiero sul suo Napoleone Successivo A.C.I. Anonima Cinematografica Italiana